Presentazione dei nuovi strumenti promossi dal SVPC

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Negli ultimi anni la filiera culturale ha vissuto un profondo mutamento, complice l’affermarsi di nuovi modi di produrre, diffondere e consumare l’informazione. Anche nel settore bibliotecario, le dinamiche globali hanno comportato una notevole mutazione dei prodotti e dei servizi storicamente affermati. Le biblioteche cambiano e di riflesso evolvono anche gli strumenti da loro offerti. Le parole d’ordine, oggi, sembrano essere convergenza, digitalizzazione, messa in rete, reference: al di là della moda, quali prospettive e quali problemi pongono queste nuove dinamiche?

Lo scopo del corso è di fornire ai partecipanti una visione d’insieme del progetto sàmara e chiarire i dettagli relativi a scopo, destinatari e funzionamento del portale. Dopo una breve analisi del paesaggio culturale ticinese e della sua accessibilità, l’intervento si concentrerà sui punti principali che caratterizzano il progetto sàmara e sulle relazioni che intercorrono con l’universo delle biblioteche. Alcuni esempi permetteranno infine di meglio capire l’utilità di questo genere d’iniziativa anche in ambito formativo.

Temi trattati:

  • Il contesto informativo
  • Il paesaggio culturale ticinese
  • I progetti del SVPC
  • Patrimoni digitali ticinesi
  • Biblioteca digitale (DPP)
  • Piattaforma catalografica (GLPC)
  • Museo virtuale
  • Sàmara, il patrimonio culturale del Cantone Ticino
  • Obiettivi
  • Struttura e funzionamento
  • Autenticazione
  • Funzioni di base
  • Domande frequenti
  • Ricerche semplici e avanzate con Primo
  • Esempi ed esercizi
  • Sviluppi futuri
  • Domande

 

Mercoledì 25 novembre 2015, ore 13.30

Paola Costantini, Roland Hochstrasser: collaboratori scientifici SVPC

Diego Stephani: progetto DPP

Bellinzona, Biblioteca cantonale, Sala conferenze


Osare: il progresso si ottiene solo così.
Oser: le progrès est à ce prix.
V. Hugo, Les misérables

We should be teaching our children the basic up-to-date, fact-based framework—life on the four levels and in the four regions—and training them to use Factfulness rules of thumb—the bullet points from the end of each chapter. This would enable them to put the news from around the world in context and spot when the media, activists, or salespeople are triggering their dramatic instincts with overdramatic stories. These skills are part of the critical thinking that is already taught in many schools. They would protect the next generation from a lot of ignorance.
H. Rosling, Factfulness

Please publish modules in offcanvas position.